Web TV Comune di Napoli
Il chiostro di Sant'Agostino alla Zecca, un gioiello inaspettato - (15/03/2017)
Descrizione

Inglobato all'interno di un palazzo ottocentesco di corso Umberto, il chiostro agostiniano fu edificato una prima volta nel XIII secolo e inaugurato da Roberto D'Angiò; fu quindi riedificato nel Seicento, ed oggi si presenta in stile barocco con elementi rinascimentali. Nella sala capitolare fu processato, dopo la morte, Masaniello.

Fiori per l'Immacolata, fiumi di turisti

Mister Luciano Spalletti, da oggi napoletano

Conferenza mondiale Unesco, visita al Centro storico e conclusioni





Risorsa mare, se ne è discusso in Consiglio comunale

Dehors e attività produttive, la discussione arriva in Commissione

Bagnoli, Manfredi in Consiglio fa il punto sulla bonifica





Riscossione, il Comune incassa 35 milioni in pochi mesi

A Napoli, se la famiglia vuole, la sepoltura della giovane iraniana Vida Shahvalad

Intervista all'assessore Baretta sul Documento Unico di Programmazione (DUP) 2024/2026





Napoli greca: il magnifico ipogeo dei Cristallini

San Pietro Martire, un gioiello angioino sull'acqua del Sebeto (prog. Unesco)

Il chiostro di Sant'Agostino alla Zecca, un gioiello inaspettato





Argomenti
    

Comune di Napoli
Segreteria di redazione tel. 081.7956009-00
webtv@comune.napoli.it